13.1.06

Signs

Signs di M. Night Shyamalan
(2002) USA
Come in Unbreakable e in The Sixth Sense, Shyamalan ancora colpisce con la sua capacità di giocare con i generi, mescolarli, privarli delle loro particolarità; soprattutto con la sua spiccata volontà di voler narrare un qualcosa attraverso storie del tutto lontane (o quasi) da quel qualcosa che ci rimane sfuggente fino alla fine. Una trama poco prevedibile, una storia di fede e mistero, un titolo ambiguo il cui vero significato ci viene svelato solo alla fine del film, ma senza eccessivi colpi di scena alla "M.Night". Il regista si dimostra per l'ennesima volta padrone del suo mestiere, mostrandoci davvero poco di paranormale e lasciando tutto alla nostra immaginazione, ben più perfida di qualsiasi effetto speciale! Mel Gibson incarna alla perfezione tutte le inquietudini che accompagnano il suo complesso personaggio, ben affiancato da un ottimo Phoenix. Dosando alta tensione e scene più distensive, Shymalan ci accompagna proprio dove voleva arrivare, senza scendere a compromessi con la macchina hollywoodiana. Un ottimo lavoro per il regista indiano, ancora una volta autore coraggioso ed incisivo.

8 commenti:

zed ha detto...

Mi è piaciuto molto questo film, anche perchè l'argomento è uno dei miei preferiti: i cerchi sul grano.
Comunque per me l'unico film d'eccezione di questo regista rimane "Il sesto senso".

Massimo Manuel ha detto...

Ho un debole per M.Night! "Il sesto senso" è decisamente il migliore, alla pari con "The Village" forse...

Filo ha detto...

Adoro questo film..davvero. Commovente, coinvolgente, gode nel raccontare, uno stile narrativo degno del primo Spielberg.. Per me la sua opera migliore..anche se so di andare contro corrente.. :)

Massimo Manuel ha detto...

No, non sei così controcorrente... :) Io lo trovo bellissimo, l'unica cosa che mi impedisce di renderlo 'il mio preferito di M.Night' sono alcune debolezze della storia; debolezze del tutto perdonabili poichè sviluppate come funzionali alla storia stessa e non perchè siano errori sfuggiti all'attenzione del regista...

IlCecco ha detto...

Dimostra di saperci fare con la macchina da presa e con l'uso di musiche ed effetti. Sicuramente ci si aspettava di più quando uscì anche perchè tutti i trailer di Shyamalan sono riuscitissimi e preparano lo spettatore ad un qualcosa che però poi si rivela solo in parte!

Massimo Manuel ha detto...

E' vero, fra tutti i film di Shyamalan, questo è quello che di più ha deluso le aspettative!
Ma bisogna diffidare dai trailer proprio per evitare questi effetti!Sicuramente non è proprio fra i migliori di M.Night, ma continuo ad avere grande fiducia in questo autore!

Fabs ha detto...

A me è piaciuto molto...come tutti i suoi film! Shyamalan è un maestro nel far credere una cosa e poi alla fine nel demolire tutte le certezze...e sta cosa mi piace un sacco!

Massimo Manuel ha detto...

M.Night style!