31.10.06

Ocean's Twelve

Ocean's twelve di Steven Soderbergh
(2004) USA


Una sera di qualche anno fa, Soderbergh e l'intero cast di Ocean's Eleven erano a cena nella capitale italiana, durante il tour promozionale del film. "Voglio girare un sequel" propose Soderbergh e tutti mugugnarono un 'no' sommesso. "E voglio girarlo qui, a Roma!" e allora tutti si mostrarono entusiasti all'idea. Nasce così Ocean's twelve, secondo capitolo delle gesta del gruppo di ladri più simpatico del momento. Forte del successo del primo film, remake di una pellicola del 1960, questo secondo episodio si sgancia dall'idea originale del precedente e orchestra un plot decisamente più complesso. Se nel primo c'era la sorpresa di questo enorme gruppo di brillanti attori messi insieme, nel secondo la sfida è farli funzionare anche separati. E quindi li vediamo muoversi tra Amsterdam, Francia e infine Italia per poi finire separati e fare ognuno il proprio gioco per lo scopo finale. E come al solito, Steven Soderbergh sa fare il suo mestiere e quando non sperimenta si affida alla sua cultura cinematografica che di certo non è lieve; e di certo ci vuole classe anche per dirigere un film di puro intrattenimento. George Clooney, Brad Pitt, Matt Damon, Julia Roberts (esilarante nella scena in cui il suo personaggio si finge sosia di... Julia Roberts!), la new-entry Catherine Zeta-Jones e tutti gli altri, sono impeccabili (anche se talvolta gigioneggiano troppo) e il regista riesce a gestire l'intero cast senza mettere in ombra nessuno. Una bella scommessa vinta come per il primo film. Dispiace solo che Andy Garcia veda ridimensionato il suo personaggio ma sono esigenze della storia (però in quel poco che fa è convincente). Colpi di scena a raffica e mai banali.
Il primo film lasciava sperare in un sequel. Il secondo ne fa desiderare un terzo (già in arrivo, sarà l'ultimo capitolo). Non è cosa da poco.

11 commenti:

Bia ha detto...

Devo dire che ero a dir poco dubbiosa di questo secondo "Ocean's". Ho pensato:"bello il primo!! Il secondo non potrà minimamente avvicinarsi alla sua bellezza..." Ed invece sono rimasta piacevolmente sorpresa di vedere che Soderbergh ha fatto un lavoro magnifico... Anzi posso dirlo migliore (anche se di poco) del primo? Quindi adesso aspetto con ansia il terzo... :-)

Massimo Manuel ha detto...

Fra i due, effettivamente, è una bella lotta... magari il terzo ci darà una visione d'insieme per giudicare meglio l'operato...
Resta il fatto che una produzione di tutto rispetto e per essere una trilogia al secondo capitolo non ha ancora stancato...Almeno per quanto mi riguarda...

Philip Fry ha detto...

Io preferisco di gran lunga il primo, all'epoca rimasi a dir poco sorpreso dal cast e dalle loro recitazioni impeccabili condite da una storia mai banale e incalzante!

Massimo Manuel ha detto...

Beh, il cast è lo stesso! La storia decisamente diversa, questo sì...Anche se sempre di furti si tratta...

Philip Fry ha detto...

Il primo trascina troppo! ha quel nonsochè che riesce a metterti in testa che puoi rapinare un casinò :op

Massimo Manuel ha detto...

Vero... =)

Bia ha detto...

Bravo Phil hai perfettamente ragione! Che ne dite se... no! Noi imbranati come siamo non ci riusciremmo mai...

Massimo Manuel ha detto...

Magari per disperazione ci riusciamo!

Philip Fry ha detto...

In effetti si potrebbe fare un tentativo! Magari prima facciamo pratica tentando di rapinare l'eurospin..!! :op

Massimo Manuel ha detto...

Ma io l'Eurospin l'ho già rapinato! :P

Philip Fry ha detto...

Non vale!! allora la tabaccheria prima di piazza Franco Battiato!!! ti sfido! telecamera e beep all'entrata..! e penso che la vekkietta abbia una 45 dietro al bancone! Non ci riesce nemmeno Lupin III!!! =op