4.6.06

Uno sguardo altrove: Friends

Ok, signori puristi, storcete pure il naso! Eppure, io non sarei onesto con me stesso se non gettassi uno sguardo altrove non ad un serial ma ad un genere tutto televisivo: la sit-com. Partiamo dal presupposto che non amo la sit-com, non mi pare di averne mai seguita una che io ricordi. Fatta eccezione per Friends! Perchè non si può ignorare un fenomeno planetario che è stato capace di tenere alti gli ascolti e, pensate, addirittura la qualità, nell'arco di ben 10 anni. Quindi, criticatemi pure, signori puristi, ma io amo questo prodotto e cercherò di spiegarvi perchè.
Friends nasce dalla mente di David Crane e Marta Kauffman e narra le vicende di 6 amici che abitano nel Village di New York; i tipici 25enni americani, giunti a quel punto della vita in cui si cercano certezze ma è difficile trovarle, sia che le si cerchi nel lavoro o nei sentimenti. Così li vediamo districarsi fra relazioni sentimentali, avanzamenti (o arretramenti) di carriera, il tutto sempre sul filo dell'ironia perchè, si sa, nelle sit-com tutti hanno sempre la battuta pronta per sdrammatizzare anche la più pesante delle situazioni. Ma è questo il bello: Friends ha tutte le caratteristiche della sit-com, perchè allora dovrebbe distinguersi dalle altre? Io vedo due ragioni ben valide. La prima è sicuramente il cast: i 6 attori scelti hanno saputo calarsi così bene nei ruoli da risultare affiatati come dei veri amici (e non stupisce che poi lo siano diventati davvero nella realtà) e ognuno ci ha messo del suo senza prevaricare gli altri; abbiamo così 6 protagonisti ben definiti che sanno far ridere, con tempi comici impeccabili e ben incastrati nelle dinamiche del gruppo. Fra i 6, a me piace considerare il più bravo Matthew Perry, un vero attore comico di razza che sa far ridere e recitare sia con una battuta che con un movimento del corpo, mimica compresa. La seconda ragione con cui Friends si distingue sono i suoi autori: vuoi perchè ben ispirati da quel sestetto così preparato, vuoi perchè bravi, hanno saputo sfornare 10 stagioni dello show senza mai perdere un colpo, senza mai scadere nel volgare, senza mai deludere nessuno degli affezionati spettatori. Perchè il miracolo di Friends sta anche in questo: gli spettatori si identificano con i protagonisti o li idealizzano come gli amici perfetti, si affezionano alle storie e non possono fare a meno di seguirli. Io stesso sono praticamente cresciuto, dalla prima all'ultima puntata, con le vicende di questi 6 amici e vi assicuro che si è realizzata una sincera empatia che mi ha fatto sorridere e commuovere insieme a loro! E Friends ha talmente colpito l'immaginario americano che numerose star (anche premi Oscar) hanno fatto a gara per apparire nel serial; per citarne solo alcune di quelle comparse: Susan Sarandon, Sean Penn, Robin Williams, Brad Pitt, Danny DeVito, Julia Roberts, Bruce Willis e la lista sarebbe lunga.
Sembra poco, eppure sta tutto qui il segreto di Friends: un gruppo strepitoso di attori con a disposizione degli autori fecondi e mai banali. Sembra poco, dicevo, ma non lo è: due condizioni del genere sono difficili da soddisfare e mi sento di dire che Friends ci è pienamente riuscito senza mai deludere.
Ecco, signori puristi, criticatemi pure adesso ma non ci posso fare niente: Friends è stato, a mio parere, un prodotto televisivo eccezionale di tutto rispetto! Questo post è un atto dovuto!

12 commenti:

iggy ha detto...

Eh no Massimo questo non me lo dovevi fare! Così riapri una ferita mai rimarginata! Sai quanto tempo ho impiegato per elaborare il lutto per la chiusura di FRIENDS!?! Mannaggia! 10 anni fantastici, quante risate! Grazie per questo post CELEBRATIVO ....e che si fottano i puristi! :))

iggy ha detto...

Dimenticavo: la mia preferita era Phoebe!

Massimo Manuel ha detto...

Ahahah...sei grande Iggy!! So bene di quel lutto di cui parli...chi non ha seguito il serial, non può capire...
Grande Phoebe!! Decisamente il personaggio più originale della serie!!!!

iggy ha detto...

Puntate preferite? Io non posso non scegliere quelle con i flashback adolescenziali, con Ross e Chandler in spaventose tenute anni '80! :))
Poi menzione d'onore per "La coppa Geller" e "La casa delle bambole"

Massimo Manuel ha detto...

Impossibile scegliere.... :)

Bia ha detto...

Io ho i cofanetti di tutte e 10 le serie e ancora adesso la sera prima di andare a dormire devo guardare minimo 2 puntate di Friends! Mi addormento serena e felice... Friends è veramente un capolavoro di sitcom,i protagonisti sono eccellenti(tutti!) e non c'è una puntata che non sia degna di essere rivista più volte! Peccato che sia finito... Mi mancano tutti:Ross,Rachel,Phoebe,Chandler,Joy e Monica(a dire la verità anche Mike un pò mi manca!)! Complimenti a 6 grandi professionisti!!!

P.S. La storia tra Monica e Chandler è stata una genialata!!!

Massimo Manuel ha detto...

Un pò meno genialata il flirt tra Joey e Rachel...quello proprio non l'ho digerito!!
Ma pazienza...Friends resta grande lo stesso!!! ;)

Anonimo ha detto...

Your are Nice. And so is your site! Maybe you need some more pictures. Will return in the near future.
»

Anonimo ha detto...

I'm impressed with your site, very nice graphics!
»

Anonimo ha detto...

I find some information here.

simone ha detto...

una cosa non ho capito, puristi di che? scusate ma è la prima volta che capito su questo blog. Comunque si può amare cinema d'essai e blockbuster, letteratura alta e bassa, fumetti e arte, ed anche la televisione. Io ho amato per dieci anni Friends, e continuerò ad amarlo finché morte non ci separi. E mi fanno ridere tutti i personaggi, ma Joey ancora di più. Come quando per fare uno scherzo vede un tacchino...

Massimo Manuel ha detto...

Infatti è quello che abbiamo scritto: che Friends rimarrà nei nostri cuori e nella storia della tv! =)