8.1.06

So cosa hai fatto

(1997) USA
Questo film nasce sulla scia del nuovo horror hollywoodiano inaugurato dal mitico Scream di Wes Craven, che lanciò una formula dell'horror del tutto rinnovata fatta di auto-ironia e classe nel dirigere. Dispiace, invece, dover sottolineare che con quella chicca di stile che è Scream, So cosa hai fatto ha in comune solo lo sceneggiatore. Per il resto, siamo davanti al solito thriller adolescenziale fatto un pò di mistero un pò di scene costruite per far paura e per far paura si intende qualcuno che sbuca d'improvviso da dietro un muro, dunque la peggior tecnica che si possa usare per spaventare lo spettatore, un semplice trucchetto. Per questo il film si lascia guardare facilmente,scorre via altrettanto facilmente e non pretende nulla di più che un pò d'attenzione e qualche sobbalzo scontato sulla sedia. Neanche gli attori fanno del loro meglio, ma da segnalare è un'allucinata Anne Heche. L'unico motivo d'attenzione per la pellicola è merito dello sceneggiatore Kevin Williamson che qua e là sparge qualche citazione, qualche battuta, qualche clichè sovvertito del genere come aveva già fatto nel già citato Scream. Il regista si limita a sforzarsi per dare il meglio di sè; in qualche caso ce la fa, in altri meno. Una pellicola mediocre con qualche intuizione e un incipit intelligente. Niente di nuovo, insomma.

4 commenti:

Bia ha detto...

Io ho visto questo film più di una volta e mi è anche piaciuto,non quanto Scream,ma ho apprezzato la trama particolare e la bravura degli attori anche se doppiati un pò male... Sara Michelle Gellar niente da dire,una vera professionista! Ryan Philippe mi stupisce sempre in ogni film che guardo di lui...
Per quanto riguarda il film a parte qualche inesattezza e qualche banalità in alcune scene (ma quelle le troviamo anche in Scream)per me è comunque un buon film!Non è il solito thriller adolescenziale,non sarà bellissimo,ma neanche da buttare...non credi? La suspance c'è guardandolo e questo è un elemento fondamentale per un buon film thriller!!!

Massimo Manuel ha detto...

Beh, le banalità minime presenti in Scream sono volute e volutamente banalizzate, sta in questo la genialità di quel film...Sugli attori, beh, non mi sento di condannarli in via definitiva anche perchè in altri film li ho apprezzati, forse è vero, come dici tu, che il doppiaggio lascia molto a desiderare ma non basta ciò a rendere mediocre un film...

Filo ha detto...

Scream è un piccolo gioiello di finezza, nonchè una delle mie prime ossessioni cinematiche, mentre So Cosa Hai Fatto l'ho trovata una delle pellicole più derivative e mediocri degli anni 90, davvero brutto e noioso, carico di clichè e banalità insopportabili, con una jennifer Love Hewitt (che generalmente mi piace) ai limiti del risibile..Ma dato gli incassi che ha fatto (soprattutto in USA), è piaciuto a molta gente.. Mah.

Massimo Manuel ha detto...

De gustibus...