12.11.07

The Prestige

The Prestige di Christopher Nolan
(2006) Usa\Uk
Per quanto mi riguarda, The Prestige di Nolan è uno dei migliori film che ho visto negli ultimi anni. E il merito va soprattutto al regista stesso che è fra i pochi, in America, a possedere una propria e personalissima visione del cinema che gli permette di realizzare opere che sono la perfetta sintesi di arte e intrattenimento, senza che nessuno dei due elementi prevarichi sull'altro.
Christopher Nolan si è fatto notare con il buonino Memento, si è confermato con il (per me) bellissimo Insomnia e si è concesso al grande pubblico di genere con Batman Begins, senza mai tradire se stesso o le sue aspirazioni ma anzi marchiando le sue opere di quel segno fondamentale che lo rendono autore a tutti gli effetti. La padronanza del mezzo, l'accuratissima messa in scena e la direzione degli attori sono i suoi segni distintivi. In The Prestige, per esempio, c'è una ricostruzione dell'Eta Vittoriana che è sia personale che fedele alla realtà storica. C'è una storia, quelle della spietata lotta fra due illusionisti, che nasconde fra le pieghe il segreto stesso della messa in scena cinematografica; la ricerca dell'illusione perfetta a tutti i costi, la necessità di invaghire un pubblico che non è vittima degli effetti speciali ma compiaciuto spettatore. E la costruzione psicologica dei personaggi è encomiabile, laddove luci e ombre intervengono a dipingere non solo atmosfere ma sentimenti ed emozioni. Sul ricchissimo cast, inoltre, nulla da ridire ma una menzione speciale se la merita Christian Bale che fra gli attori della sua generazione è decisamente quello che spicca a buon ragione.
The Prestige è quel genere di film che si consiglia sia agli amanti delle storie che sanno tenerti in tensione, sia ai cultori del cinema. Perché il film non è etichettabile, non si ascrive ad un genere: proprio perché è Nolan allo stato puro e il regista sa imporre il suo sguardo senza far mancare nulla a tutto il resto.

1 commento:

honeyboy ha detto...

stupendo!
come ben sottolinei, Bale è uno dei migliore della sua generazione