9.4.06

Ci hanno preso per il...

Il Giornale dello Spettacolo avrebbe smentito la notizia dell'accordo tra le grandi multinazionali cinematografiche americane sulla distribuzione dei film su diversi supporti (dvd e on-line) a soli 45 giorni dall'uscita nelle sale cinematografiche. I film, in realtà, resteranno nelle sale per un periodo medio di quattro mesi, prima di essere distribuiti attraverso un altro supporto, sia esso internet, DVD, VHS o UMD.
Sempre attenti al problema in questione, Paolo Protti, presidente dell'ANEC, e Carlo Bernaschi, presidente dell'ANEM, ribadiscono il ruolo strategico che hanno le sale cinematografiche tanto in Italia quanto in America.
Ci hanno preso per i fondelli, insomma. La tanto paventata rivoluzione americana sulla distribuzione cinematografica sarebbe una bufala. A questo punto non so a cosa credere. Meglio aspettare notizie certe.

2 commenti:

filo ha detto...

mah..secondo me non sanno neanche loro cosa vogliono..
Attendo aggiornamenti.

PS: Chiedi alla Polvere esce il 28, ho visto il trailer in tv! ;)

Massimo Manuel ha detto...

Ormai negli ultimi sei mesi non fanno altro che riunirsi e avviare dicussioni che si concludono con un nulla di fatto...C'è un articolo di Mereghetti sul 'Ciak' di questo mese che illustra lucidamente la situazione e propone qualche soluzione niente male...

P.S. Si, poi ho controllato e difatti ho aggiornato la lista. Thanx!