11.4.07

Il destino di Grindhouse

Il caso del momento è decisamente Grindhouse, la pellicola che raccoglie le ultime due fatiche di Robert Rodriguez e Quentin Tarantino. E' stato uno dei film più chiacchierato degli ultimi anni e sicuramente uno dei più attesi. Ebbene, è appena uscito in America e puzza già di flop: gli incassi (11 milioni di dollari) sono decisamente deludenti e la critica si è divisa: c'è chi ha sottolineato l'ottima fattura del progetto e chi lo ha stroncato senza pietà; sembra che l'episodio di Rodriguez sia quello peggiore mentre quello di Tarantino decisamente migliore.
In ogni caso, i produttori del film stanno correndo ai ripari. In Europa - ma la cosa era già prevista da tempo - il film verrà spezzato in due; i due episodi, dunque, arriveranno nelle sale come prodotti a sè stanti, recuperando anche scene eliminate per raggiungere 90 minuti di durata per ciascuno episodio. Il destino dei finti trailer piazzati in mezzo alle due pellicole è ancor dubbio. Inoltre, i Weinstein terranno d'occhio questa operazione tutta europea poichè se si rivelerà vincente, ridistribuiranno il film in America ma stavolta spezzato in due sperando in incassi migliori.

7 commenti:

deliriocinefilo ha detto...

"sembra che l'episodio di Rodriguez sia quello peggiore mentre quello di Tarantino decisamente migliore." non avevo dubbi!
non c'è un solo film di Rodriguez che mi sia parso almeno decente!

Massimo Manuel ha detto...

Io odio profondamente Sin City e tutto quelli che lo hanno voluto assurgere a genialata...

iggy ha detto...

Grazie Massimo! =)

Io invece inizio ad odiare Tarantino. Ai miei occhi ora è solo uno bravo ad usare la colla: mi deve decisamente riconquistare.

Massimo Manuel ha detto...

Effettivamente, sarebbe ora che Quentin prenda una strada tutta sua...

Ale ha detto...

Tarantino non ha mai fatto "sfraceli" nel boxoffice USA. Forse il passaparola riuscirà a sollevare le sorti di questo film che comunque attendo con impazienza, in qualsiasi versione! Ciao, Ale

zed ha detto...

@massimo e iggy, sono d'accordo con voi. Il film però lo vedrò sicuramente (e anche voi). Di Rodriguez mi è piaciuto "spy kids". Carino e spiritoso, certo non un film colossale però. Sin City l'ho trovato senza macchia nè infamia e anch eio non capisco chi abbia gridato "al miracolo". Tarantino forse è il caso che cambi un pò stile. Con Kill Bill aveva già raggiuto il top di violenza, anche se talmente eccessiva, da rendere la storia un fumettone divertente ma allo stesso tempo capace di mantenere la sua integrità (almeno è quello che penso io). Forse si è lasciato un pò troppo andare alla perversione. Insomma, un pò stancante.

eMMe ha detto...

Sin City l'ho trovato un film sicuramente riuscito ma non è che mi abbia esaltato, un discreto / più che discreto film che si appoggia però su una Storyboard famosissima e, scriviamolo pure, su un Cast particolarmente ricco...

Tra l'altro non sono obiettivo perchè da un lato le storie dark fumettose mi attraggono particolarmente aldilà che siano cinematografiche o meno, mentre dall'altro Rodriguez mi sembra sopravvalutato.

Elijah Wood è grande in Sin City ;-)

Non ci vedo però niente di eclatante.

Così come sono certo che Grindhouse sia il peggior film di Tarantino, ma tant'è che chi osa scrivere qualcosa fuori dal coro o a non tradurre i blog esteri le prende nel NanoPublishing...

Un abbraccio al blogger di casa e un saluto agli utenti! ;-)