29.6.07

Kill Bill 3 e 4? Resto interdetto...

La voce gira da diversi giorni tra siti specializzati e blog. Tutti a precisare che la notizia va presa con le dovute cautele, eppure le fonti non sembrano poi così discutibili. Quale notizia? Sarebbero in fase di produzione due nuovi capitoli della saga Kill Bill, sempre ad opera di Quentin Tarantino. A darne notizia il produttore della saga tarantiniana, Bennett Walsh, che ha fornito anche diversi particolari: il terzo film sarà ambientato in Cina e sarà incentrato su due personaggi accecati e mutilati dalla sposa Uma Thurman; il quarto episodio, invece, narrerà la vendetta ad opera delle figlie per la morte delle madri (tipo la figlioletta di Nikki).
C'è da dire che la notizia lascia piuttosto interdetti e che non se ne vede l'utilità artistica quanto piuttosto quella commerciale. Molto tempo fa avevo addirittura criticato la voce secondo la quale Tarantino aveva intenzione di perdere ancora molto tempo per rimontare i due Kill Bill e farli tornare in sala in un'unica forma, perchè già quella mi sembrava un'operazione discutibile... figuriamoci questa! Staremo a vedere se la notizia sarà confermata del tutto. Intanto, è lecito chiedersi: se il plot narrativo originale riguardava l'assassinio del cattivo e da qui il titolo del film - Kill Bill - come si chiameranno i due sequel?

6 commenti:

Kinemazone ha detto...

Beh, "Kill Bill e Silver Surfer" potrebbe essere un buon titolo.
A oparte gli schjerzi, il titolo comunque giocava sul doppio significato "Uccidi Bill" e "Conto dell' omicidio", no?

Ciao

KZO

Gianmario ha detto...

Comunque, spero non sia vero. Spero ci ripensino. Spero facciano altro.

Lilith ha detto...

Ma che senso avrebbe!? Uff... sti soldi...

Massimo Manuel ha detto...

Kill Bill e Silver Surfer è geniale! =)
Spero anche io che questa (ridicola) cosa non si concretizzi...

zed ha detto...

Bè, queste operazioni sono molto pericolose. Di solito vanno a finire male. Si spendono soldi, si fanno sequel dove più che altro risulta evidente il delirio di onnipotenza del regista in questione. Però tocca vedere prima di giudicare. Ho amato tantissimo kill bill. L'ho trovato divertente, emozionate, esaltante. E non lo nego, anche per chè l'eroina in questone è una infallibile killer cazzutissima. Già si intravedevano comunque le caratteristiche del sequel. Apunto la piccola Nikki e le due donne mutilate ma non morte (l'avvocato Sophie e la Hanna). Trattandosi di storie basate sulla vendetta, il minimo è che la saga continui. Certo Tarantino potrebbe sprecarsi a fare qualcosa di diverso dai suoi schemi una volta tanto. Vedremo

Massimo Manuel ha detto...

Proprio perchè ho amato molto Kill Bill, preferirei che la saga non avesse seguito perchè io, a contrario di molti, non considero Tarantino un genio e il terrore che possa far male un'operazione del genere mi rosica.