2.2.06

Oscar, Razzies e Orso d'Oro alla carriera


Con una breve cerimonia sono state rese note le nomination agli Oscar. Manco a dirlo, l'asso pigliatutto di questa edizione sembra essere I segreti di Brokeback Mountain che totalizza 8 nomination e tutte in categorie fondamentali. La delusione più cocente, invece, sembra essere King Kong: 4 nomination e solo in categorie tecniche. Rientra in gioco Munich, che sembrava essere ormai escluso; invece si becca, fra le altre, anche miglior film e miglior regia.

La sorpresa più piacevole per noi italiani è sicuramente la candidatura di La bestia nel cuore fra i 5 migliori film stranieri. Non accadeva dai tempi de La vita è bella (1997). Cristina Comencini ha così commentato: "Sono emozionatissima, da sei anni l'Italia mancava dalla competizione e noi ce l'abbiamo fatta contro ogni previsione. E' stata una sorpresa perché siamo arrivati tardi e abbiamo fatto una campagna promozionale con pochi mezzi. Ma il merito è soprattutto del film che ha fatto tutto da solo. Avevo visto l'entusiasmo della gente durante le proiezioni americane ma proprio non ci credevo". Altri due orgoglio nostrani: Gabriella Pescucci, costumista per La fabbrica di cioccolato e Dario Marianelli, musiche per Orgoglio e pregiudizio.
Rimanendo in tema di premi, ufficializzate anche le nomination dei Razzies, provocatorio premio che 'celebra' il peggio dell'annata cinematografica e viene assegnato la sera prima degli Oscar. Giusto una curiosità: Tom Cruise e Katie Holmes sono tra i nominati, il primo per La guerra dei mondi, la seconda per Batman Begins. Addirittura è stata inventata una nuova categoria per dare a Cruise la seconda nomination, come il più 'noioso bersaglio dei tabloid'. I film che hanno raccattato più nomine sono, a pari merito, Hazzard e The Mask 2, seguiti da Vita da strega e Deuce Bigalow: puttano in saldo.
Infine, una notizia che mi riempie di gioia: l'attore inglese Ian McKellen sarà onorato con un'Orso d'Oro alla carriera durante l'imminente edizione del Festival di Berlino (9-19 febbraio). Fin troppo meritato!!
Le Nomination le potete trovare riassunte qui.

3 commenti:

Filo ha detto...

anche io sono felicissimo per Ian McKellen..ancora non riesco a perdonare Roberto Benigni che nel 2000 gli ha soffiato INGIUSTAMENTE l'Oscar come miglior attore, quando in DEMONI E DEI McKellen era assolutamente straordinario..Contento per la Comencini, anche se non ho visto il film..
Ma soprattutto sono al settimo cielo per la candidatura di Rodrigo Prieto come direttore della fotografia di Brokeback Mountain..finalmente si sono accorti di lui, uno dei migliori dei nostri giorni. Altrettanto felice per Jake Gyllenhaal e Keira Knightley: il primo fino ad un anno fa non era praticamente nessuno, oggi tutti lo amano (anche il sottoscritto rientra nella categoria "everybody loves jake"), la seconda mai e poi mai avrei detto fosse un'attrice da Oscar..e invece.. davvero contento.
Solo due gravi incazzature: il pregnante e fondamentale montaggio di brokeback snobbato, e soprattutto l'esclusione di Maria Bello per History of Violence, una delle performance in assoluto più significative dell'anno.
Ma si sa, questo è il gioco.. :)

Philip_fry ha detto...

..e comunque l'amore e l'etica c'entrano sempre! ciao massimino! tvb!!

Massimo Manuel ha detto...

@ Filo: concordo con te in tutto!

@Philip-Fry: Finalmente benvenuto!